Fotografia Matrimonio Analogica | Lisa & Daniele

fotografia matrimonio analogica

Fotografia Matrimonio Analogica | Lisa & Daniele

Fotografia Matrimonio Analogica | Lisa & Daniele

Data: 16 Settembre 2017
Location: Villa Cà del Sol
Photographer: Mauro Pozzer & Laura Coelati Rama

Fotografia Matrimonio Analogica | Lisa & Daniele

 

Lisa e Daniele, il loro matrimonio lo ricorderò per sempre come uno dei giorni più significativi della mia professione di fotografo.

Non per il fatto di aver creato un bel servizio fotografico, ma perché è stato un ritorno alle origini; sono tornato a scattare in pellicola.

Eh già, Lisa e Daniele si sono fidati e affidati alla mia persona e al mio desiderio.

La fotografia analogica si sposa perfettamente con la mia concezione di fotografia d’arte o fine art: quello che ho realizzato è una prospettiva diversa, una visione unica della loro particolare storia di vita e d’amore.

Per il fotografo di matrimonio è entusiasmante tornare a parlare di pellicole ed esposizioni manuali, scatti lenti e attenzione al “click”.

Scattando su pellicola, per far sì che la storia fotografica funzioni, ho bisogno di elaborare prima la mia visione, a partire dal vostro racconto, e poi di lavorare con grande concentrazione, sorvegliando composizione e luce.

Con la pellicola non si scattano migliaia di foto per avere un risultato buono; si scatta qualche rullo, e porti a casa scatti buoni, pensati.

Prima cerchi la fotografia e poi scatti. L’analogico è così, e dà soddisfazione.

Mi sentivo in una sorta di meditazione e in pace con il mondo che mi circondava.

Scatti cercati e pensati, che mi hanno permesso di portare a casa l’essenza della loro giornata del matrimonio.

E’ forse quell’essenza che la mia età mi consente di apprezzare ancora di più.

Attraverso questo modo di lavorare ho potuto recuperare anche quel pezzetto di storia di fotografo che mi mancava:

sviluppare i rullini e stampare a mano in camera oscura.

Vedere l’immagine che prende forma, accarezzare quelle meravigliose foto che si materializzano sulla carta ai sali d’argento, assaporarne la tridimensionalità, le sfumature che solo l’analogico ti può dare e sentire la matericità della carta fotografica stampata, è una sensazione indescrivibile, unica.

Le fotografie da pellicola sono romantiche, lusingatrici, avvolgenti.

Per questo sento con forza di ringraziarvi di cuore. Grazie.

 

Qui sotto la slide con le foto in digitale realizzate da Laura Coelati Rama.